fbpx

Con la fine dell’anno ormai alle porte, fare il bilancio dei mesi passati e individuare nuovi obiettivi sono abitudini ormai consolidate. Complice il senso di colpa dovuto alle abbuffate natalizie, non sorprende se una persona su tre esprime il desiderio di rimettersi in forma e, pertanto, il più ambito tra i buoni propositi per l’anno nuovo è andare in palestra.

L’attività fisica, è bene ricordarlo, è molto più che un semplice strumento per perdere peso e modellare il proprio fisico. 

Uno stile di vita sano, infatti, è fondamentale per mantenere la salute e prevenire numerose malattie e patologie. Eppure, tra chi ambisce a un cambiamento radicale della forma fisica solo il 44% riesce a mantenere gli impegni presi con se stesso e impegnarsi per tutto l’anno nuovo a fare esercizio fisico in palestra.

Perché accade tutto ciò?

Prima di tutto, uscire da casa due, tre o più volte la settimana per andare in palestra non è così facile come dirselo la mattina del primo gennaio, il giorno per eccellenza dei nuovi inizi e dei buoni propositi.

Per passare dalla teoria alla pratica occorrono: una buona dose di organizzazione, saper individuare l’attività giusta per se stessi, fissare degli obiettivi ragionevoli, chiedere aiuto ai professionisti del centro fitness per individuare il metodo più adatto e non dimenticare di godersi il percorso.

Gli errori che impediscono i progressi, tuttavia, non finiscono qui. Tra tutti, il più grande è fidarsi esclusivamente della forza di volontà. 

Fare affidamento soltanto sulla propria determinazione, senza considerare tutti gli atri fattori esterni, non può che portare alla sconfitta, imprigionandoti nel circolo vizioso dei buoni propositi che non vengono messi mai in pratica.

Buoni propositi per l’anno nuovo: andare in palestra, ma da dove iniziare?

Se il tuo obiettivo per l’anno nuovo è una forma fisica al topo, devi sapere che nel tracciare il percorso verso il raggiungimento di questo desiderio, dovrai fare il conto con la realtà. 

Tieni bene a mente questo concetto, poiché analizzare con cura la tua realtà (i tuoi impegni, il tempo che sei disposto a investire, il tipo di attività fisica che preferisci, la voglia di metterti in gioco, la capacità di vincere la pigrizia e la procrastinazione) è l’unico modo per ottimizzare il processo di cambiamento.

Da dove iniziare, quindi?

1. Prefissarsi degli obiettivi raggiungibili

Il cambiamento inizia fissando degli obiettivi concreti e, soprattutto, raggiungibili

Darsi degli obiettivi esageratamente ambiziosi è spesso il motivo per cui si smette di perseguirli.

Voler dimagrire dieci chili in un mese andando in palestra una volta la settimana è assolutamente impossibile.

Allo stesso modo, se sogni le gambe di Belen ma sei alta solo 160 cm, oppure uccideresti per gli addominali di Cristiano ma non hai sei ore al giorno da dedicare allo sport e non ti sfiora nemmeno il pensiero di stare a dieta per ogni singolo giorno dell’anno, ebbene, c’è un grosso problema.

Voler somigliare a qualcun altro è il modo più veloce per fallire perché non puoi ignorare la genetica della persona che ammiri. Non sai se la sua condizione è frutto di madre natura, di aiuti esterni, di Photoshop. 

Ogni essere umano è unico e per evitare la frustrazione, è importante prefissarsi degli obiettivi raggiungibili. Vuoi un fisico più bello? Bene, la palestra è un ottimo alleato, tuttavia, essere così vago non aiuta di certo.

Un obiettivo raggiungibile e, allo stesso tempo, concreto, potrebbe essere il seguente: “Voglio dimagrire dieci chili nei prossimi sei/otto mesi e incrementare il tono muscolare di tutto il corpo”.

Una strategia molto valida è scomporre l’obiettivo in piccoli step e prefissarsi delle scadenze, come potrebbe essere, per esempio, perdere due chili nel primo mese, allenandoti tre volte la settimana. 

Pesati all’inizio del percorso e tieni traccia dei tuoi allenamenti, poi alla fine del primo mese controlla i progressi raggiunti. Dopo questi primi giorni, fissa un nuovo obiettivo per il secondo mese e sarai già molto più vicino al tuo obiettivo finale.

2. Scegliere l’attività fisica giusta

Dopo aver reso concreto il tuo obiettivo, il secondo passo da fare è scegliere la tipologia di attività fisica più adatta alle tue esigenze, senza tralasciare, ovviamente, i gusti personali.

La palestra offre un’ampia gamma di attività: corsi aerobici di gruppo, tonificazione in sala attrezzi, allenamenti cardiovascolari, attività funzionali, workout ad alta intensità, discipline olistiche. A te l’ultima parola. 

Scegli in base alle tue preferenze, ricordando che dovrai essere costante, pena fallire il raggiungimento degli obiettivi prefissati. Il divertimento, tuttavia, deve andare di pari passo con l’efficacia.

Se sogni un corpo muscoloso, ben definito, l’attività aerobica non è di certo la scelta migliore. Se, al contrario, desideri un fisico asciutto, scattante e atletico, l’ideale non è passare ore e ore in sala attrezzi. Se, infine, hai in mente di partecipare a una gara di sollevamento pesi, dedicare il tempo in palestra alle lezioni di yoga non farà aumentare la forza dei tuoi muscoli.

Con così tante attività a disposizione, come riconoscere, dunque, l’allenamento più adatto? 

La risposta nel prossimo paragrafo.

3. Chiedere aiuto ai professionisti

Gli istruttori di sala attrezzi o meglio ancora, i personal trainer della palestra, sono le persone più adatte a individuare il metodo allenante più adatto alle tue esigenze.

Anche se prediligi fare attività fisica in solitaria o, magari, sei più introverso, affidarsi ai professionisti del centro fitness è fondamentale.

Le migliori palestre, come per esempio Welcome Fitness, struttura abruzzese d’eccellenza, hanno sviluppato delle anamnesi clinico-sportive molto approfondite per individuare lo stato di fitness iniziale e gli obiettivi di ogni singolo iscritto. 

L’anamnesi, infatti, è la base per cucire un programma di allenamento che meglio risponde alle esigenze personali, e, pertanto, un percorso allenante creato da un professionista significa avere la certezza quasi matematica dei risultati

4. Ritagliarsi del tempo per la palestra

Ovviamente, anche se avrai a disposizione il metodo di allenamento migliore in assoluto, devi ricordare che esso, da solo, non basterà. Da parte tua, dovrai aggiungere impegno e costanza.

Per iniziare con il piede giusto, infatti, è fondamentale ritagliarsi del tempo da dedicare alla palestra. 

Quanto tempo occorre allenarsi per mantenere una buona forma fisica?

Secondo le linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, occorrono 150 minuti di attività fisica aerobica di media intensità la settimana oppure 70 minuti di esercizio più vigoroso (come per esempio gli allenamenti a circuito o quelli ad alta intensità). Al cardio, poi, è auspicabile abbinare due/tre sedute di allenamento con i pesi per i maggiori gruppi muscolari.

Pertanto, ritagliarsi almeno tre ore la settimana per la palestra è di vitale importanza.

Se, tuttavia, non hai molto tempo a disposizione e temi di non poter mai raggiungere la forma fisica che sogni, non temere.

Club come WelcomeFitness propongono attività innovative, veloci e allo stesso tempo efficaci, che abbinano i benefici del training con i pesi a quelli dell’attività aerobica, in sedute da soli trenta minuti (l’esclusivo sistema di allenamento Switching). 

Con i sistemi allenanti di WelcomeFitness, è possibile eseguire anche brevi workout ad alta intensità, con due diverse tipologie di risultati: dimagrimento delle aree più critiche e rimodellamento corporeo (sia globale che localizzato).

5. Godersi il percorso

Porsi degli obiettivi è indubbiamente importante, ma lo è anche assaporare il percorso. 

Un errore comune è guardare solo il traguardo finale, misurare il risultato assoluto, tralasciando di vista tutti i piccoli passi compiuti lungo il tragitto.

Focalizzare la mente sulla destinazione finale è come mangiare mentre stai parlando al telefono, il piatto è vuoto e non ti sei reso nemmeno conto di averlo svuotato.

Se il tuo obiettivo e perdere dieci chili e tonificare tutto il corpo, non conta soltanto arrivare alla meta, ma anche percepire, ogni giorno, i piccoli miglioramenti. Goderseli, sentendosi soddisfatti di se stessi.

Il vestito che calza meglio. 

L’incremento di carico in un esercizio che hai sempre trovato difficile.

Il piacere di sentirsi vivo, pieno di energia ed entusiasmo.

Pertanto, goditi il viaggio. Scoprirai che i buoni propositi possono diventare realtà e andare in palestra non sarà mai più noioso, né faticoso. 

Prenota Ora la tua prova Gratuita

Chiama