I consigli di  WelcomeFitness su come definire i muscoli

Andando incontro alla stagione estiva, quella della pelle abbronzata e delle grigliate di pesce, solo uno è il chiodo fisso che martella nella testa degli sportivi e degli amanti del fisico perfetto: come faccio a definire i miei muscoli, prima che arrivi l’estate? Il solleone non ci spaventa: in poche e semplici mosse ecco il programma giusto per te per dare un tono ai tuoi muscoli.

Estate: come avere un fisico perfetto

Avere il fisico perfetto prima che arrivi l’estate: questo l’obiettivo di oggi. In parole povere? Definire in poche e semplici mosse furbe i propri muscoli. Non serve elemosinare consigli visionari ma senza risultati da internet o rivolgersi a fantomatici guru del settore. WelcomeFitness non lascia spazio a fallimenti. Parliamo di muscoli e di come definirli per non avere brutte sorprese quando sarà tempo di aperitivi sulla spiaggia, alla luce dei falò d’agosto.  

La definizione muscolare è la meta imprescindibile (assieme all’ipertrofia) per qualsiasi amante del lavoro duro in palestra. Qui da noi, la chiave di lettura è una sola: cercare di capire i punti di forza e i punti di debolezza di ogni singolo atleta, tentando di tirare fuori dalle sue possibilità l’espressione massima delle sue potenzialità genetiche, non prendendo sottogamba mai la sacrosanta forza di volontà. La ricerca di un corpo perfetto, insomma, da un lato, si basa sull’importanza assoluta dell’alimentazione (che deve essere sana, controllata e bilanciata nei nutrienti).

Dall’altro lato, però, essa passa obbligatoriamente anche attraverso l’ottica di una specifica scheda di allenamento, indispensabile per ottenere il perfetto risultato finale. Da oggi, potrete seguirci sul blog di WelcomeFitness: daremo una vasta gamma di consigli utili, rivolti a tutti coloro che vogliono prepararsi a dovere alla prova costume. Al bando rimedi dell’ultimo secondo e diete impossibili! Con lo staff di WelcomeFitness imparerete il verbo della costanza, unito al sano divertimento sportivo che dà, però, risultati reali e duraturi. Incominciamo da qui, dai muscoli ben definiti: gli amici del nostro fascino. Quei muscoli in mostra, sotto il sole di luglio, dopo ore e ore investite in palestra.

Operazione Definizione muscolare: il nostro primo alleato è il workout

La definizione muscolare, ossia l’avere un muscolo tirato e scolpito al punto giusto, non è un miraggio, ma è il prodotto fisico ed anche mentale di un allenamento dedicato e dettagliato. Avere una buona definizione muscolare significa, innanzitutto, possedere un’ottima ipertrofia e, di pari passo, una bassa percentuale di massa grassa (BF). Dopo un primo periodo di aumento della massa muscolare, che porta con sé, spontaneamente, anche un leggero aumento di massa grassa, diventa necessario abbattere il grasso in eccesso, cosicché il fisico possa apparire più definito. Il segreto si rintraccia nella scheda d’allenamento, compilata dagli esperti della nostra palestra e calibrata sulle tue aspettative e sulle tue mete da raggiungere. Sicuramente, il combo perfetto per avere un fisico perfetto è dato dalla somma dell’allenamento con l’alimentazione e quindi: training + dieta ipocalorica.

Gli allenamenti, strutturati sempre con i giusti carichi (variabili da persona a persona e basati sulle proprie qualità fisiche e sul proprio curriculum sportivo) dovranno dar vita ad un grande dispendio di energia, cioè ad un vasto consumo di calorie tanto da creare una sottrazione importante tra le calorie immesse con l’alimentazione e quelle bruciate con l’esercizio fisico. Si andrà così a creare una condizione di deficit calorico nel corpo. Ciò permetterà di perdere peso, ma, con la giusta guida degli esperti Welcome Fitness, si andrà comunque a salvaguardare la preziosa massa magra, ossia i muscoli.

Definizione muscoli addome

Anche il muscolo dell’addome, così come per tutti gli altri muscoli del corpo umano, non sfugge alle regole basilari della definizione muscolare e del fitness. 3 sono i passaggi fondamentali per raggiungere la meta della perfetta definizione:

1)      Alimentazione sana, controllata e bilanciata

2)      Allenamento specifico e variabile

3)      Riposo o recupero fisico

L’importante è che da adesso in avanti si sfrutti tutto il tempo necessario per affrontare nel migliore dei modi la “sfida estate”. La prima verità incontrovertibile da conoscere è che un dimagrimento localizzato vero e proprio non esiste. Una singola zona del corpo, però, potrebbe esserne maggiormente interessata, grazie a specifici metodi di allenamento. In media, il gruppo muscolare dell’addome (fondamentale per la postura della schiena) va allenato ugualmente agli altri muscoli, in maniera intensa, ma non più di due volte a settimana. Come riscaldamento, invece, quindi in modalità più leggera, potrebbe essere allenato anche più spesso. Un esempio di esercizio fisico per ottenere la famosa tartaruga è quello che consiste in un circuito che parte dai più classici crunch e arriva ai più sofisticati addominali alla sbarra.

Operazione definizione muscoli gambe e braccia

Il primo presupposto da cui partire per ottenere una buona definizione, lo abbiamo capito, è la dieta ipocalorica: indispensabile gradino da salire lungo la piramide del cosiddetto “cutting” muscolare; sicuramente il fattore anche più difficile da mantenere.

In questo caso, le gambe vanno allenate molto intensamente, almeno una volta a settimana, ma in maniera “strong”. Un’ampia gamma di esercizi e un variegato ventaglio di macchinari specifici aiutano ad allenare nel migliore dei modi i muscoli dei nostri arti inferiori.

Tra gli evergreen, ossia tra quegli esercizi che, in ogni epoca sportiva, non tramontano mai, vi consigliamo gli squat, la camminata con affondi e gli stacchi rumeni.

Per le braccia, invece, l’allenamento va concentrato sia sui bicipiti che sui tricipiti e non solo sui primi. Attenzione a questo errore comune! Il muscolo del tricipite, infatti, è quello fisiologicamente più grande: se allenato a dovere, sarà proprio lui a regalarci la tanto agognata circonferenza voluminosa del braccio. Un allenamento intenso dei muscoli delle braccia, effettuato una volta a settimana, può bastare per intravedere i primi risultati: consigliamo, come esercizi per i tricipiti, la french press con bilanciere, il push down ai cavi con corde e, per ultime ma non per importanza, le estensioni dei tricipiti con manubrio, da posizione seduta. La chicca in più: curate sempre la postura dei vostri gomiti negli allenamenti dei tricipiti; il mantra dello sportivo li vuole fissi e paralleli tra di loro per tutta la durata del movimento delle ripetizioni. Inoltre, non distanziateli troppo dal vostro corpo!

Perché definire i muscoli con WelcomeFitness: il segreto dell’esperto per voi

Se non sei già un nostro cliente, diventalo: affronteremo assieme le tue aspirazioni, proponendo la scheda di allenamento giusta per te.

Contattaci per prenotare una Prova Gratuita in Palestra

Chiama